La nostra intervista per Timone, la newsletter di Rivista Inutile

Un po' di tempo fa quei bravi ragazzi di Rivista Inutile ci hanno intervistato per la loro newsletter, Timone, curata da Lavinia Michela Caradonna, Chiara Muzzicato e Matteo Scandolin.
Ne è venuta fuori una bella chiacchiera che riportiamo qui per quanti se la siano persa.

Raccontaci in un tweet (ma di quelli da 140 caratteri) chi è e cosa fa Frab's.
Frab's è il rimedio per chi ha perso i sensi delle cose. Seleziona e vende online l'editoria cartacea del futuro. 

Ok, adesso puoi dare una risposta più lunga.
Frab's seleziona esclusivamente editoria periodica di alta qualità o da collezione, solitamente difficile da trovare in Italia, e la mette a disposizione del pubblico. Si tratta di un progetto che vuole rompere nettamente con il vecchio modo di fare e vendere editoria proprio perché si focalizzata su prodotti che non hanno un mercato da noi perchè sono poco conosciuti ed essendo poco conosciuti non entrano nelle maglie della distribuzione classica, in una sorta di circolo vizioso dove a perdere è il lettore finale, ma anche il piccolo editore. Grazie ad internet abbiamo la possibilità di valorizzare e veicolare prodotti dove la carta acquista un nuovo senso e ai contenuti, davvero elevati, si aggiunge una componente esperienziale fatta di tatto, vista e, perchè no, olfatto. Buona parte della mia selezione ha a che fare con i sensi e con le possibilità che solo un oggetto fisico può dare, per tutto il resto c'è internet.

Le riviste che seleziono devono avere sempre tre caratteristiche: un contenuto ben strutturato che abbracci il giornalismo lento, un design ricercato e non lasciato al caso, una ricerca nei materiali e nei tipi di carta che lo compongono, immagini dal forte impatto visivo. Insomma, parliamo di oggetti da collezione e senza tempo. 

La missione di Frab's è quello di scovare e selezionare vere chicche dell'editoria periodica, raccontarle, spiegarne la storia che c'è dietro e farle conoscere al grande pubblico. Per questo ci siamo inventati il Secret Mag Club, un abbonamento mensile a scatola chiusa: ogni mese selezioniamo una diversa rivista e la inviamo ai nostri abbonati. Si tratta di un modo per far conoscere quanti più prodotti possibili avvicinando i lettori a magazine che probabilmente non avrebbero scelto da soli. Finora non si è mai lamentato nessuno a riprova dell'alto valore dei magazine che selezioniamo.

Chi è che fa Frab's Magazines?
Frab's Magazines sono io, Anna Frabotta, trentenne molisana trapiantata in Romagna da sempre appassionata di riviste ed editoria con un debole particolare per la parte sensoriale, estetica e di design della rivista o dei libri. Sono una giornalista e, al di fuori di Frab's, lavoro nel mondo del marketing territoriale ed enogastronomico, ma nella vita privata sono stata per anni una collezionista seriale di carta, carte e riviste. Il mio profilo instagram è pieno di architettura brutalista per la quale ho un debole. Penso che circondarsi di cultura e cose belle debba essere l'essenza della vita umana. 

Quando e perché hai deciso di fondare uno shop online completamente dedicato alle riviste indipendenti?
Il vero problema di tanti amanti dell'editoria periodica come me, è che è difficile scovare cose nuove veramente degne di valore (le edicole di oggi sono piene di editoria facilmente sostituibile da una pagina internet) e non pagare decine di euro per le spese di spedizione. Quando, parlando con qualche altro appassionato come me di riviste indipendenti, ho capito che questa mia necessità era decisamente condivisa, mi è venuta l'idea. Così, tra le mille peripezie della burocrazia e numerosi business plan miseramente bocciati da fior fiore di commercialisti, ho trovato il coraggio e il modo di lanciarmi in questa sfida. Internet è stato lo strumento giusto che mi ha permesso di trovare il coraggio e mettere la mia passione e competenze al servizio di altri, creando uno strumento che desse risposta ad una mia esigenza: selezionare riviste indipendenti dall'alto valore rendendole disponibili con spedizione gratuita o a costo molto limitato. 

L'idea è nata nel 2017, per affinarla c'è voluto un altro anno. A Fine 2018 ho iniziato a lavorare al sito, il 1 Gennaio 2019 ho aperto i canali social e finalmente il 15 Maggio 2019 Frab's Magazines & More (www.frabsmagazines.com) era online!

Ora la sfida è dimostrare a chi non ha creduto in questo progetto che il valore che trasmettiamo è condiviso da centinaia (per il momento) di clienti, che ci danno una forza incredibile con la loro passione. siamo diventati una bella comunità di "feticisti" della carta.

Come avviene la parte di scouting delle riviste?
Tantissima ricerca online, ma soprattutto partecipazione a fiere ed eventi per piccoli editori. E' lì che si trovano i progetti dal maggiore potenziale, ma spesso con meno risorse per farsi notare, anche online. E poi un apparente controsenso: selezionare dei magazine vuole anche dire di no. Con il mercato della vecchia editoria ormai completamente inceppato qualche arguto businessman della carta ha provato a reinventarsi piccolo editore, con risultati assolutamente posticci e dallo scarso valore. Per fare un buono scouting serve anche saper dire di no a chi vende come "rivista indipendente" qualcosa che non c'entra nulla con un'editoria di qualità.  

Come ti organizzi, invece, per quel che riguarda la parte di vendita (sia il contatto con le riviste, sia la parte più logistica di "magazzino" e spedizioni)?
Abbiamo scelto di tagliare il più possibile i ponti con i distributori e andarci a prendere le riviste singolarmente. A parte che per una piccola fetta di riviste, con la maggior parte degli editori gestiamo direttamente i contatti. Nonostante il lavoro che c'è dietro sia tanto, solo in questo modo, infatti, c'è una possibilità di guadagno, seppur minimo, sia per noi, ma soprattutto per loro che non sono costretti a dare la fetta più grande del prezzo di copertina al distributore. Ovviamente anche logistica e magazzino li gestiamo "in casa". In questi mesi ho sostituito il Netflix post cena alla confezione di pacchi (sempre accompagnati da una lettera che scrivo a mano per ogni cliente!) e alla preparazione delle spedizioni che partono ogni giorno con corriere. È un momento che condivido con il mio compagno, Dario.

Hai un budget a disposizione? Se sì, a quali spese dai la prorità?
Diciamo che la nostra è un'impresa folle per chiunque voglia vedere Frab's dal lato business. Abbiamo fatto un investimento di alcune migliaia di euro iniziale e adesso reinvestiamo tutto quello che guadagniamo. Ovviamente la priorità è l'acquisto dei magazine, la maggior parte dei quali in conto assoluto con un forte rischio di magazzino a nostro carico. Investiamo anche per cercare il contatto diretto con i nostri clienti partecipando a numerosi eventi fisici, solo negli ultimi sette mesi siamo stati due volte a Roma, due a Rimini, cinque a Ravenna, una a Firenze e addirittura siamo volati ad Amburgo portando con noi un po' di editoria periodica italiana di qualità.

Da dicembre abbiamo iniziato ad investire anche un piccolissimo (qualcune direbbe ridicolo!) budget in pubblicità online, ma al momento ci concentriamo su quella che è la nostra vera forza: una selezione di riviste che vanta titoli introvabili in Italia e la possibilità di riceverli a casa a spese di spedizione davvero contenute: 3 euro con corriere perchè gli altri tre ce li mettiamo noi e gratis per ordine sopra i 60 euro.
Anche il Secret Mag Club è un grande investimento, visto che spesso i magazine che inviamo superano il valore dell'abbonamento e che in quel caso la spedizione con corriere è interamente a nostro carico. Insomma, non vi resta che provare! 

instagram frab's magazines

15 aprile, 2020 — Dario Gaspari

Lascia un commento

I commenti saranno verificati prima della loro pubblicazione