Cineforum n.2

$21.00

Questo articolo non è disponibile

Cineforum è la rivista di cinema della Federazione Italiana Cineforum. Un magazine che viene da molto lontano e che rappresenta la forma più pura e tradizionale di rivista di critica cinematografica. Contiene infatti presentazioni, recensioni, polemiche e discussioni su decine di film più o meno recenti, analisi dei trend cinematografici e delle tendenze autoriali in questo settore.
E' una rivista per veri e propri cinefili, fondata nel 1961. Fino al 2020 esce mensilmente, fino al radicale numero 0 del 2021, anno dal quale diventa un trimestrale che cambia il suo aspetto grafico ed editoriale e decide di uscire da circuiti più mainstream per diventare un riferimento cartaceo di nicchia per veri appassionati. 

La Federazione Italiana Cineforum rappresenta la maggior parte dei cineclub Italiani e in particolare collabora con realtà medio-piccole e locali nell'intento di far conoscere i capolavori dei grandi autori, ma anche di dare visibilità e fare uscire progetti cinematografici che altrimenti avrebbero poca visibilità. Dalla visione dei film organizza poi cineforum, convegni e dibattiti che creano e rendono viva la cultura del cinema in Italia. 

La Direttrice della nuova serie della rivista Cineforum è Emanuela Martini, forlivese di nascita e critica cinematografica, fino al 2019 Direttrice del Torino Film Festival. 

ISSUE 2
Il secondo numero di Cineforum abbozza un primo viaggio attraverso le traiettorie femminili nel cinema del '900, a partire da quei decenni in cui le donne iniziarono a ragionare seriamente su sé stesse, il loro ruolo, le loro potenzialità, i loro bisogni, decise a guardarsi dentro, anche da fuori, attraverso specchi o occhi altrui. Oppure, quelle dei decenni più giovani che, quasi per istinto, adottarono minigonne, pantaloni, pillola, spirale, abbigliamenti esistenzialisti, imbroccarono strade anomale. E accavallarono le gambe.
I registi raccontarono tutto, quasi sempre uomini, anche se le scrittrici (di romanzi originari e sceneggiatrici) erano spesso donne.
Questo numero di Cineforum è stretto tra Kate Winslet vendicatrice che dà fuoco non solo alla sua casa ma a tutta la cittadina da cui proviene (The Dressmaker), Katia Paskariu che attraversa indomita il sesso e la spazzatura di una Bucarest mercificata (Sesso sfortunato o follie porno), Audrey Hepburn che fuma come un turco (Colazione da Tiffany) e tante altre signore che, come l'antesignana Marlene Dietrich, accavallano le gambe.